Detrazioni per le spese dentistiche sostenute in Identalia

Cari amici di Identalia,

vorrei parlarvi di un argomento particolarmente importante, visto che riguarda il risparmio!Come ormai ben sapete le spese per le cure odontoiatriche sostenute presso la nostra clinica di Zagabria sono detraibili dalla Dichiarazione dei redditi come se fossero sostenute in Italia.

Infatti le spese sanitarie, di qualsiasi tipologia (mediche/generiche, specialistiche, chirurgiche, paramediche, farmaceutiche ecc..) danno diritto alla detrazione d’imposta lorda nella misura del 19% calcolata sul loro ammontare complessivo eccedente la franchigia di euro 129,11: la detrazione spettante è cioè pari al 19% della differenza tra il totale della somma spesa e la franchigia di 129,11 euro.

Le spese mediche sostenute presso il nostro Policlinico di Zagabria sono quindi soggette alle stesse regole di quelle sostenute in Italia, e ovviamente al contribuente è richiesto di conservare la fattura rilasciata. Per agevolare la procedura di detrazione le nostre fatture vengono emesse sia in lingua croata che in lingua italiana, hanno valore giuridico e di conseguenza non è necessaria alcuna traduzione.

Le fatture che emettiamo contengono alcuni dati fondamentali quali il vostro nome, cognome e codice fiscale. Per questo motivo – prima dell’emissione della fattura –  siete invitati a fornirci e verificare con attenzione tutti i suddetti dati.

Vi ricordiamo che sono detraibili esclusivamente le spese dentistiche mentre quelle relative al trasferimento ed al soggiorno, anche se sostenute in funzione dello stato di salute, non lo sono.

Da sottolineare come la detrazione spetti al contribuente che ha effettivamente sostenuto le spese nell’interesse proprio e/o della persona fiscalmente a proprio carico.

Si ricorda che le spese mediche sono detraibili solo se pagate con mezzi tracciabili, quali bonifico bancario, bancomat, carta di credito e altri pagamenti previsti dalla legge (art. 23 D. Lgs. 241/1997).

Tutte le spese dentistiche effettuate prima del 31 dicembre dell’anno in corso potranno essere detratte a partire dalla prima scadenza fiscale dell’anno successivo (data di inizio della presentazione del modello 730 o del modello Redditi).

In pratica, se si iniziano le cure entro la fine dell’anno già dalla primavera si potrà accedere ai benefici fiscali.

Come dire, soddisfatti e anche rimborsati!

Stefano Ciaraglia, Reparto vendite e consulenza ai pazienti

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Non aspettate. Contattaci ora!

Potrebbe interessarle anchè