Quando è il momento di sostituire le otturazioni in amalgama?

Le otturazioni in amalgama sono sicuramente qualcosa di cui avete sentito parlare, e molto probabilmente le avete in bocca anche voi.

L’amalgama è una miscela di mercurio con uno o più altri metalli. L’amalgama dentale è in pratica una lega di mercurio, argento, stagno e rame. 

Da molti anni negli ambienti scientifici si discute sulla nocività delle otturazioni in amalgama. Sono stati condotti numerosi studi, che tuttavia hanno dato risultati incoerenti e discutibili; alcune ricerche recenti hanno dimostrato che nelle persone con un numero più elevato di otturazioni in amalgama è stato riscontrato fino al doppio del livello di mercurio nell’apparato circolatorio. Al giorno d’oggi, ovviamente, i pazienti sono a conoscenza di tali ricerche, e  di conseguenza le otturazioni in amalgama sono fonte di dubbi e timori.

Quando devono essere cambiate le otturazioni in amalgama?

Come medico dentista ho molti anni di esperienza con le otturazioni in amalgama, e anche la maggior parte dei miei colleghi concorda sul fatto che l’amalgama va cambiata solo quando il bordo non regge più bene, si è formata carie sotto l’otturazione o se questa appare in non perfette condizioni. Naturalmente, su insistenza del paziente, possiamo sostituire l’amalgama, ma con il rischio che il dente debba essere ulteriormente e senza effettivo bisogno limato.

Cosa dura più a lungo, l’otturazione in amalgama o in composito bianco?

Il riempimento con composito è conosciuto come otturazione bianca: si tratta di un materiale complesso costituito da una matrice organica e da particelle di riempitivo inorganico. In termini di resistenza e longevità, entrambi i materiali dovrebbero durare per molti anni.

Quale è la differenza e perché il composito viene utilizzato di più?

Per le otturazioni bianche, a differenza dell’amalgama, è necessario levigare una superficie più piccola del dente, in questo modo si preserva il tessuto dentale e si ottiene una migliore estetica. Ma non solo: il composito ha una bassa conduttività termica e un’eccellente adesione ai tessuti dentali. Proprio per questi motivi le amalgame non vengono più utilizzate.

Quindi assicuratevi di fare delle visite periodiche dal dentista e controllate lo stato delle voste otturazioni, per poterle se necessario sostituire in base al consiglio del vostro dentista.

Zoran Čeko, medico dentista

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Non aspettate. Contattaci ora!

Potrebbe interessarle anchè