Zagabria – una delle città più sicure d’Europa

Di Zagabria, capitale della Repubblica di Croazia, possiamo davvero dire che è una delle città più sicure d’Europa, sia riguardo all’attuale situazione legata alla lotta alla pandemia da coronavirus, sia in generale riguardo alla sicurezza: in effetti Zagabria può vantare un basso tasso di criminalità e ovviamente questo si ripercuote sul senso di tranquillità che ogni ospite può apprezzare quando, per turismo o per affari, viene a visitare la città.

Una delle riviste più famose e influenti al mondo, Forbes, ha inserito tre città croate nell’elenco delle 20 città europee più sicure e raccomandate per quanto riguarda i viaggi e il turismo dopo la pandemia da coronavirus: Zagabria, Cavtat e Rijeka.

La European Best Destination Organisation (EBD) ha individuato le 20 destinazioni europee meno colpite dal virus Covid-19 e che, a suo parere, sono adatte a viaggi e vacanze.

https://www.forbes.com/sites/ceciliarodriguez/2020/06/01/summer-in-europe-the-20-safest-destinations-for-travel-and-tourism-post-coronavirus/#303463e96e0c

Quando si parla di sicurezza legata al tasso di criminalità, Zagabria e l’intera Croazia sono tra le destinazioni più sicure d’Europa. A Zagabria, ad esempio – nonostante sia una metropoli di circa un milione di abitanti – tra la popolazione locale così come tra i suoi ospiti aleggia un senso di sicurezza e fiducia nei servizi, che generalmente funzionano molto bene. Ad esempio, passeggiare per la città di notte è del tutto normale e i turisti che vengono a Zagabria non percepiscono alcun pericolo, anzi spesso questo senso di sicurezza li fa sentire come se fossero in un posto più piccolo, e non in una grande città europea. Tra l’altro a Zagabria non ci sono i cosiddetti quartieri “pericolosi”, dove è un grande rischio spostarsi non accompagnati. Gli stessi nostri pazienti hanno spesso avuto l’occasione di sperimentare la cortesia degli abitanti di Zagabria vivendo delle esperienze molto piacevoli come ad esempio la restituzione da parte dei camerieri o di altri ospiti del portafoglio che era stato dimenticato sul tavolo di un caffè o di un ristorante, e questa è solo una di molte situazioni alle quali abbiamo assistito in anni recenti.

Il professor Dražen Lalić della Facoltà di Scienze Politiche di Zagabria ritiene che lo sviluppo del turismo e il multiculturalismo siano responsabili del calo dei crimini contro i visitatori.

“La nostra gente capisce che in Croazia quasi tutti vivono di turismo, quindi si presta sempre più attenzione a questo aspetto e attraverso la comunicazione si risolve il problema dei pregiudizi. Ogni anno vengono in Croazia dai 16 ai 20 milioni di turisti, e quindi molte persone di diversa provenienza che aumentano la popolazione di una città per sette o otto volte “, ha affermato Lalić.

Fran Parlov, Identalia Travel

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Non aspettate. Contattaci ora!

Potrebbe interessarle anchè